1ª Regola – Colazione Libera

1ª Regola - Colazione Libera



1ª Regola – Colazione Libera

Perché questa è la prima regola
La mattina è un momento molto delicato per chi vuole perdere peso: al risveglio il metabolismo ha bisogno di essere attivato e la colazione ha proprio questo scopo. Ecco perché non può essere “saltata” ed è bene che sia abbondante, per esempio potrebbe prevedere latte o yogurt magro, cereali o derivati integrali e marmellata, frutta, caffè d’orzo o tè. Va ricordato che questo pasto, piccolo ma molto importante, potrebbe comprendere anche quegli alimenti che, secondo le altre quattro regole, vanno invece eliminati per due settimane da spuntini, pranzo e cena.

I vantaggi per la linea
Le persone più magre sono quelle che assumono più calorie durante la prima colazione. Questo è il risultato di uno studio pubblicato sulla rivista scientifica americana Nutritional Journal.

 

I VANTAGGI PER LA SALUTEFARE COLAZIONE AIUTA AD AVERE MENO APPETITO NEL CORSO DELLA GIORNATA E A NON MANGIARE TROPPO E MALE FUORI DAI PASTI PRINCIPALI. SE È A BASE DI CEREALI INTEGRALI ABBASSA IL RISCHIO DI SVILUPPARE LA RESISTENZ ALL’INSULINA E IL DIABETE.

 

… E allora, cosa posso mangiare?

1ª regola

La colazione è libera: puoi quindi portare in tavola latte magro, yogurt magro, fette biscottate, frutta e marmellata, ma anche brioche o corn-flakes (cereali da colazione). Al momento del loro acquisto controlla che tra gli ingredienti non compaiano diciture del tipo: grassi vegetali idrogenati e/o olio di palma o di cocco e/o la sigla E seguita da un numero (che indica l’impiego di additivi alimentari). Chi preferisce la colazione salata può optare per uovo strapazzato o ricotta fresca, centrifuga di frutta e pane integrale, tenendo presente che le proteine sono ottime al mattino perché la loro azione brucia calorie è più potente, infatti l’organismo per metabolizzarle spende più energia di quanto non faccia per digerire carboidrati e lipidi.

È il segreto per avere il metabolismo attivo

Il pasto del mattino è fondamentale per la prevenzione di sovrappeso, diabete e alti livelli di trigliceridi e colesterolo. Ecco perché…

Chi la “salta” ingrassa
La prima colazione è il pasto più importante della giornata. Lo sostiene uno studio pubblicato recentemente sull’American Journal of Clinical Nutrition dai ricercatori australiani del Menzies Research Institute (Tasmania), da cui emerge che saltare la colazione per un lungo perìodo di tempo può aumentare il rischio di incorrere in malattie cardiache e diabete. Secondo i dati raccolti dal National Nutrition Survey, saltare la prima colazione è una pratica abbastanza comune per il 23% degli adulti e il 10% dei bambini. Lo studio ha esaminato i dati di oltre 2.000 partecipanti seguiti per 20 anni, dalla fanciullezza all’età adulta. Coloro che hanno saltato la colazione sia nell’infanzia che da adulti hanno un girovita più grande e livelli più alti a divinino di glie ernia, Irigliceridi e colesterolo LDL (cattivo». E questi sono tutti fattori di rischio per malattie cardiache, diabete e sovrappeso.

Quante calorie
La colazione deve saziare ma, allo stesso tempo, essere digeribile e leggera. Se bilanciata dovrebbe fornire circa il 20% del fabbisogno totale giornaliero: circa 400 kcal, ma dipende dalle attività che svolgeremo durante la giornata. In ogni caso è meglio mangiare di più a colazione piuttosto che a cena, perché la sera il metabolismo tende a rallentare.

 

 

Comments

comments