4ª Regola – No ai Formaggi

4ª Regola - No ai Formaggi



4ª Regola – No ai Formaggi

Perché sono causa di sovrappeso
Il formaggio è uno degli alimenti spesso alla base del sovrappeso: 100 grammi, infatti, possono fornire dalle 170 al-
le 460 kcal. La mozzarella, per esempio, considerata tradizionalmente un formaggio adatto per chi è a dieta, apporta circa 170-290 kcal (a seconda del tipo). Va detto che è sicuramente meno calorica, a parità di peso, di taleggio (310), grana (381) o mascarpone (460); tuttavia, poiché viene considerata “dietetica”, si finisce con il mangiarne troppa e il suo effetto non è nemmeno un granché saziante… Si pensi che 100 g di petto di pollo forniscono solo 80 kcal, meno della metà di quelle date dalla stessa quantità di mozzarella!

Il problema e la soluzione
Sostituisci i formaggi con latticini come yogurt o ricotta, oppure con il formaggio di soia (tofu). Con poche kcal (dalle 36 dello yogurt alle 136 della ricotta magra) nutrono e saziano.

I VANTAGGI PER LA SALUTE
Togliere i formaggi dalla dieta per 2 settimane, oltre A favorire il dimagrimento, contribuisce a ridurre i livelli di colesterolo cattivo (LDL). Inoltre, poiché i formaggi sono ricchi di sale, la loro eliminazione È utile anche agli ipertesi.

… E allora, cosa posso mangiare?

I formaggi fanno ingrassare perché sono fonti di grassi, ma yogurt, ricotta e fiocchi di latte posso essere d’aiuto per perdere peso. Questo è possibile grazie al loro contenuto scarso di lipidi ed elevato di proteine nobili e calcio,
un minerale noto per la sua azione protettiva di ossa e denti, ma che possiede anche proprietà snellenti. Il calcio, infatti, “prende” il posto dell’adipe nelle cellule dell’organismo, rendendo così disponibile il grasso per essere bru-
ciato ed eliminato. Anche il tofu può sostituire il formaggio ma, poiché ha meno calcio rispetto ai latticini, è meglio abbinarlo a semi di sesamo e verdure a foglia verde, pure loro alimenti che contengono buone quantità di questo minerale fondamentale per la salute e per il dimagrimento. Ricorda che se senti un forte desiderio di formaggio, puoi mangiarlo entro le dieci di mattina.

In cucina con yogurt, ricotta e tofu. Usali così!

Le giuste alternative in cucina
Per gratinare: prepara una besciamella con mezzo litro di latte di soia, 50 g di amido di patate, 50 mi di olio d’oliva extravergine, un pizzico di sale e uno di noce moscata. Scalda l’olio a fiamma bassa, toglilo dal fuoco e aggiungi la farina lentamente mescolando bene fino a formare una specie di polentina. Unisci sale e noce moscata e diluisci il composto con il latte caldo. Il latte deve essere aggiunto poco per volta mescolando di continuo per non far creare grumi. Mescolare bene fino a che il composto non si addensa e lasciare cuocere fino alla consistenza desiderata.

Per i risotti: puoi sostituire il parmigiano con yogurt magro denso mescolato con un po’di crema di mandorle. La cremosità e il sapore del “formaggio fuso” sono assicurati…
Per le tartine: frulla 100 g di tofu freschissimo con un cucchiaino di miso (nei negozi bio e in alcune erboristerie), erbe aromatiche a piacere e un cucchiaino di aceto di mele.
Per i dolci: puoi usare la ricotta o lo yogurt per preparare tiramisù, creme, gelati ecc.

TOFU PER RIPIENI DI RAVIOLI E LASAGNE E NON SOLO…
IL TOFU È UN ALIMENTO DI ORIGINE CINESE USATO DA MILLENNI IN QUESTO PAESE COME SOSTITUTO DEI PRODOTTI ANIMALI. DETTO ANCHE “FORMAGGIO DI SOIA”, SI OTTIENE DALLA CAGLIATURA DEL LATTE OTTENUTO DA TALE LEGUME. SE CONSUMATO ALLO STATO NATURALE IL TOFU È POCO GUSTOSO, MA DIVENTA MOLTO GRADEVOLE QUANDO VIENE AROMATIZZATO O LASCIATO INSAPORIRE CON ALTRI INGREDIENTI. In CUCINA È UN ALIMENTO MOLTO VERSATILE: PUÒ ESSERE USATO NEI RIPIENI, AL POSTO DEL FORMAGGIO, OPPURE PER PREPARARE DOLCI, SALSE E PUÒ ANCHE ESSERE SBRICIOLATO I AGGIUNTO ALl’lNSAI MA PI K RENDERLA PIÙ RICCA.

Comments

comments