Dimagrire mantenendo il metabolismo attivo

Dimagrire mantenendo il metabolismo attivo



Dimagrire mantenendo il metabolismo attivo

E un obiettivo possibile solo se mangi cibi sani, fai attività fisica regolare e utilizzi i tuoi alleati anti adipe!

 

ALCUNI FATTORI DA CONSIDERARE

Giunte al termine del nostro percorso insieme, avete di certo compreso l’importanza di acquisire nuove regole alimentari che tengano conto di tutti i fattori in grado di influenzare positivamente il nostro metabolismo. Per esempio, oggi sapete che una colazione ricca, che comprenda frutta, yogurt (o un altro alimento proteico, come latte, latte di soia, ricotta, uova ecc.), qualche seme oleoso e dei cereali, così come il consumo di pasti che prevedano sempre la combinazione di carboidrati, proteine e fibre, e la rinuncia allo zucchero e alle farine raffinate, sono le basi necessarie per non riprendere i chili perduti, e per continuare a perderli se necessario. Tuttavia, per chi ha avuto un
calo ponderale insoddisfacente, la tentazione di abbandonare tutto è molto forte. Ma fermiamoci un attimo per cercare di capire come mai il peso si è ridotto di poco. Ciò può essere dovuto all’aver fatto diete ipocaloriche che hanno portato l’organismo a dimagrire e ingrassare nuovamente per più volte. In questi casi, la muscolatura è molto debole e le nuove abitudini alimentari la stanno rinforzando. E i muscoli pesano, a parità di “ingombro” il 20% in più rispetto alla massa grassa. In altri casi, i chili perduti sono pochi perché la persona sta assumendo farmaci,
oppure ha allergie o malattie della tiroide… tutte cause di metabolismo lento.

 

COSA FARE IN QUESTI CASI

Senza dubbio occorre continuare a mangiare secondo le nuove abitudini, evitando di cadere nella tentazione della dieta ipocalorica, che provocherebbe un ulteriore rallentamento metabolico. Se l’organismo è lento nel dimagrire, è bene aumentare l’apporto calorico giornaliero, insistendo su colazione e pranzo, quando il metabolismo è già di per se più veloce rispetto alla sera.

 

ULTIME INDICAZIONI…

Ricordiamo che, affinché si possano mantenere i risultati raggiunti o dimagrire ancora, se necessario, è importante
evitare cibi impoveriti dalla raffinazione, dalla lavorazione industriale, così come è fondamentale rifiutare quanto più
possibile le aggiunte di conservanti, coloranti, antibiotici, ormoni, aromatizzanti, leganti, addensanti e di additivi in
genere, ma anche di grassi idrogenati, in grado di rallentare il metabolismo. Infine, è necessario programmare dell’attività fisica quotidiana, 30-60 minuti. Può bastare anche una camminata a passo sostenuto.

Comments

comments