Inulina. La fibra anti gonfiori addominali

Inulina. La fibra anti gonfiori addominali



Inulina. La fibra anti gonfiori addominali

È l’integratore ideale per chi ha la pancia gonfia e soffre di stipsi. Ed è utile anche per aumentare l’assorbimento di ferro e calcio

 

Nutre i batteri buoni dell’intestino
L’inulina è un carboidrato complesso (polisaccaride) formato da catene di fruttosio, che si trova in molte piante sotto forma di sostanza di riserva (nutre la pianta), immagazzinata specialmente nelle radici o nei tuberi. È una fibra prebiotica solubile e poco calorica, che durante il transito nell’apparato gastrointestinale rimane inalterata, essendo indigeribile per l’uomo, ma non per i microrganismi che colonizzano il suo intestino. L’inulina arriva integra in quest’organo per essere metabolizzata dai batteri probiotici (“buoni”), che la usano come fonte di nutrimento (ecco perché viene spesso aggiunta agli integratori di fermenti lattici). E, sempre nell’intestino, forma un gel viscoso, che impedisce l’assorbimento e favorisce l’eliminazione di parte dei grassi e degli zuccheri ingeriti.

Meno fame, più linea
L’inulina è utile anche in caso di sovrappeso perché aumenta il senso di sazietà, calmando la fame nervosa. Mentre l’azione di riequilibrio intestinale permette di evitare la formazione di gas che spesso aumentano il gonfiore di pancia e stomaco.

 

TUTTO QUELLO CHE DEVI SAPERE SULL'INULINA

Comments

comments