Le giuste combinazioni alimentari snellenti

Le giuste combinazioni alimentari snellenti



Le giuste combinazioni alimentari snellenti

Un piatto di spaghetti al ragù, anche di soia, ingrassa meno di un piatto di pasta al pomodoro. Ciò accade perché abbinando un alimento proteico (carni, pesce, uova,legumi, tofu ecc.) a un cibo a base di carboidrati (pasta, riso, pane, polenta ecc.) si mantiene più costante il livello di glicemia postprandiale (dopo il pranzo): ciò contribuisce all’attività del metabolismo e consente di bruciare più calorie. Lo stesso effetto si ottiene scegliendo pasta integrale anziché bianca: in questo caso sono le fibre che agiscono sui livelli di glicemia mantenendoli più bassi. Imparare a combinare bene i cibi permette quindi di perdere peso senza troppe rinunce. Ecco alcuni esempi…

I NUTRIENTI IN TAVOLA
Carboidrati: li trovi in cereali (grano, riso, orzo, quinoa ecc.) e derivati (pane, pasta ecc.), vegetali, latte.
Proteine: le trovi in carni, pesce, uova, latte e derivati, legumi, toeu, seitan, tempeh.
Grassi: li trovi in semi, oli, carni, latticini, avocado.

 

Comments

comments